• Nuovo

Sciabola flessibile con fodero per Wushu

39,00 €
Tasse incluse consegna in 10 giorni

Sciabola flessibile con fodero in legno Jute Sport.

Misure armi cinesi
Quantità
non disponibile

La Sciabola della Jute Sport ha la lama flessibile e il fodero in legno laccato bordeau con decorazioni color oro. Le misure disponibili partono dalla 60 per arrivare alla 75 (lunghezza della lama). E' munita di fiocco al manico. Ideale per la pratica del wushu. Le arti marziali cinesi, chiamate in Cina Wushu o anche Kungfu, sono la totalità deglistili e dei metodi delle arti marziali nate in Cina, patrimonio ed eredità della cultura e della tradizione del npopolo cinese (Wiki). l Wushu non è una singola disciplina ma l'insieme dei sistemi marziali elaborati nei secoli: la maggior parte di essi prevede sia la pratica a mani nude che con armi. L'allenamento del Wushu è fondato sugli "otto metodi" ( braccia = shou, occhi = yan, tecnica del corpo = shenfa, passi e posizioni = bu,     concentrazione = jingshen, energia fiato = qi, forza = li, abilità allenamento = gong); i primi quattro si riferiscono all'uso del corpo (braccia gambe trovo sguardo) e gli altri quattro allo sviluppo delle abilità psicofisiche necessarie a rendere la tecnica efficace. Il Wushu tradizionale è l'insieme dei sistemi marziali cinesi elaborati e tramandati da maestro ad allievo sino ai giorni nostri il cui fine era originariamente  l'addestramento al combattimento a mani nude o con armi. nella società moderna il wushu è praticato soprattutto come metodo salutistico e di ricerca psicofisica, per quanto l'aspetto marziale sia ancora presente con gradazioni diverse in molte scuole. Il Wushu è ricco di leggende e racconti popolari sulle gesta dei maestri e la creazione degli stili. 1) Tra i più noti quello che vorrebbe il monaco indiano Bodhidharma (Damo) creatore dello Shaolinquan o l'immortale taoista Zhang Sanfeng creatore del Taijiquan. Si racconta che Bodhidharma ottenne l'illuminazione dopo nove anni di meditazione in una grotta presso il monastero di Shaolin. Dopo anni dalla sua dipartita alcuni monaci rinvennero casualmente in una parete della grotta uno scrigno con un manoscritto nel quale li istruiva in alcuni esercizi ginnici adatti a rinforzare i loro corpi. I monaci ne ricevettero un gran beneficio e svilupparono in seguito un'arte marziale grazie alla quale poterono difendersi dai briganti e dalle belve feroci. 2) Di Zhang Sanfeng si narra invece che fosse un eremita taoista del monte Wudang: una notte sognò l'imperatore oscuro e marziale - dio del monte Wudang - che gli insegnò un pugilato col quale nei giorni seguenti poter uccidere da solo più di cento banditi. 

Sciabola flessibile 40305025

Riferimenti Specifici